iten

Artista

GAMEC
SUCC. 2005:

FABRIS ANTONIO

1910
Ics
Ics
Nacque a Udine il 24 novembre 1790. Autodidatta, si fece notare per alcuni lavori di cesello e di incisione in metallo. Con la sua prima medaglia, eseguita nel 1823 per le onoranze funebri di Antonio Canova, decretate dalla città  di Udine, rivelò le sue effettive capacità  di incisore in acciaio. Dopo un primo periodo lavorativo ad Udine si trasferì a Firenze dove restò dal 1830 al 1846. Nel 1847 fu nominato incisore capo della Zecca di Venezia e lì rimase fino alla morte avvenuta nel 1865. La sua produzione, di notevole qualità , si riferisce quasi esclusivamente ad avvenimenti e personaggi delle tre città  dove lavorò.

D.M.

1844
Ics
Ics
Sigla di una azienda produttrice di medaglie attiva nella seconda metà  del XX secolo in provincia di Treviso e particolarmente specializzata nelle coniazioni di carattere sportivo.

D'ALESSANDRO MONIA

1641
Ics
Ics
Nata a Tagliacozzo in provincia de l'Aquila il 6 gennaio 1972. Ha conseguito il diploma di Istituto d'Arte ad Avezzano nel 1991. Ha poi frequentato la Scuola dell'Arte della Medaglia a Roma. Suoi lavori, che fanno parte della collezione di detta Scuola, sono stati presentati in mostre del settore.

D'AMICO SANTE

1779
Ics
Ics
Scultore nato nel 1901 a Valguarnera in provincia di Enna. E' stato presente in numerose esposizioni, tra cui la XXI Biennale di Venezia, dove, come viene ricordato nel dizionario degli scultori ed architetti italiani di A.M. Bessone-Aurelj, figurava in particolare una sua medaglia con il ritratto di Benito Mussolini.

D'ANDREA ALBERTO

1817
Ics
Ics
Nato il 27 ottobre 1897 a Pietrelcina in provincia di Benevento, seguì la famiglia in America nel 1901. Frequentò le scuole a New York, per entrare poi alla "National Academy of Design" ed al "Pratt Institute". Dopo aver seguito un corso all'Università  di Roma, tornò in America, dove ha iniziato il suo lungo cammino di scultore, medaglista e insegnante. Numerosi i premi e i riconoscimenti conseguiti; sue opere sono in collezioni private e pubbliche.

D'ANDREA FRANCESCO

1843
Ics
Ics
Lavorò alla Zecca di Napoli sotto la direzione di Filippo Rega, nella prima metà  del XIX secolo. Per un certo tempo gli vennero affidati solo stampi di rovesci di medaglie. Morto il Rega, si trova tra l'altro, la sua firma sul dritto di una medaglia coi ritratti di Ferdinando II e di Maria Teresa (1837).

D'ANIELLO SIMONE

1610
Ics
Ics
Scultore attivo nella prima metà  del XX secolo. Una sua medaglia eseguita nel 1920 è tra l'altro citata nella relazione della Zecca Italiana dell'anno XVII E.F. E' stato presente in molte esposizioni tra cui la Biennale di Roma del 1921. Ha lavorato molto in America, dove si era stabilito.

D'ANTINO NICOLA

1879
v
Ics
Nato a Caramanico d'Abruzzo nel 1880. Frequenta dal 1898 lo studio di Ettore Ximenes a Roma e in seguito si reca a Napoli, per frequentare la locale Accademia di Belle Arti. Esordisce alla mostra degli Amatori e Cultori del 1906 e partecipa quindi a numerose altre manifestazioni a Milano, Roma, Torino, Venezia e Parigi. Nel 1927 modella due statue per lo Stadio dei Marmi di Roma e, sempre in campo monumentale, realizza la grande fontana luminosa a L'Aquila. Nell'ultima parte della sua vita artistica, riprende la pratica della pittura, e modella anche alcune medaglie. Muore a Roma nel 1966.

D'ANTONIO GUIDO

1822
Ics
Ics
Orafo e medaglista napoletano che lavorò per la Corte aragonese, prima a Gaeta e poi dal 1440 presso la Zecca di Napoli dove gli fu affidata la preparazione di conii per monete.

D'ANTONIO TOMMASO detto FAGIUOLO

1861
Ics
Ics
Incisore perugino del XVI secolo. Nel 1533 Papa Clemente VII gli affidò la direzione della Zecca di Roma. Egli sostituì Benvenuto Cellini, che aveva assunto tale carica nel 1529.

D'AVANZO LEA

1904
Ics
Ics
Scultrice nata a Padova il 22 agosto 1898, stabilitasi in seguito a Milano. Ha avuto come maestri Adolfo Wildt ed Ezio Roscitano. Autrice di monumenti funerari, statue, bassorilievi, si è occasionalmente dedicata anche alla medaglistica.

D'ERME BENEDETTO

1748
Ics
Ics
Nato a Bassiano in provincia di Latina nel 1929. Si è poi trasferito a Roma. A partire dagli anni settanta, ha partecipato più volte a mostre organizzate dall'Associazione Italiana della Medaglia, presentando medaglie fuse e coniate.

D’AMICO SANTE

811
Ics
v
Scultore nato nel 1901 a Valguarnera in provincia di Enna. E' stato presente in numerose esposizioni, tra cui la XXI Biennale di Venezia, dove, come viene ricordato nel dizionario degli scultori ed architetti italiani di A.M. Bessone-Aurelj, figurava in particolare una sua medaglia con il ritratto di Benito Mussolini. Risulta anche presente, con modelli per medaglie sportive, ai “Premi Sanremo” del 1938.

DA GONZATE DAMIANO

1701
Ics
Ics
Nativo di Parma. Con il fratello Filippo, è citato dal Forrer come orafo e modellatore in cera, attivo nella prima metà  del XVI secolo. Risulta che, insieme, agirono alla Zecca della città  al tempo di Papa Adriano VI.

DA MOLIN ORESTE

981
Ics
v
E’ nato in provincia di Padova, a Piove di Sacco nel 1856. Frequentò l’Accademia di Belle Arti di Venezia e passò poi all’Accademia di Belle Arti di Napoli, dove fu notato e incoraggiato dal pittore Morelli, che avrà influenza dominante sulle sue scelte stilistiche. Fu un esponente di spicco della pittura veneta dell’Ottocento e partecipò a molte esposizioni nazionali ed internazionali a Venezia, ed ai Salons parigini. Nel 1898 tornò a Piove di Sacco, dove operò continuativamente fino alla morte, avvenuta nel 1921. Si conosce un’unica medaglia, su un tema più volte trattato in pittura, per la Camera di Commercio di Padova.

DA RE RITA

2131
v
v
Nata a Ferrara nel 1947. Ha frequentato l'Istituto d'Arte di Ferrara, quindi l'Accademia di Belle Arti di Bologna allieva di U. Mastroianni. Titolare della cattedra di scultura al Liceo Artistico Statale di Padova. Ha partecipato a numerose esposizioni ed ha ottenuto premi e riconoscimenti significativi. Ha realizzato i modelli per diverse medaglie, tra cui quella della Banca di Credito Agrario di Ferrara. Muore a Ferrara nel 2009.

DAGNINI

1687
Ics
Ics
Incisore della prima metà  del XIX secolo. Il Patrignani, nel descrivere una sua medaglia con l'effigie di Leone XII, ipotizza che avesse frequentato la Scuola di incisione di medaglie, annessa all'Ospizio Apostolico di S. Michele in Roma. Di lui non si hanno altre notizie.

DAL BIANCO GIUSEPPE

1710
Ics
Ics
Nato a Schio in provincia di Vicenza nel 1957. Le sue prime ricerche sono nel campo della pittura, alla quale affianca gli studi musicali, diplomandosi al Conservatorio di Vicenza. E' stato presente in molte importanti rassegne collettive alternate con mostre personali d'arte contemporanea. Ha realizzato esemplari anche in campo medaglistico, presenti tra l'altro alla Mostra FIDEM del 2002 a Parigi.

DAL CASTAGNE' ALBINO

2294
Ics
Ics
Nato a Torcegno in provincia di Trento nel 1877. Compiuti gli studi all'Accademia di Belle Arti di Milano, si dedicò alla scultura ma soprattutto alla medaglistica. Ritrattista di notevole vena, la sua attività  in questo campo si protrasse dai primi anni del XX secolo fin quasi al finire della seconda guerra mondiale. Tra i personaggi da lui ritratti compaiono Papi e Principi, Capitani d'industria e Scienziati, Uomini di studio, Professionisti, Politici, Militari, che, molto spesso, posarono per lui di persona. Da non dimenticare la serie di placchette realizzate nel periodo 1910-1918, che di quegli anni rendono puntualmente il gusto e l'atmosfera. Ottenne anche felici risultati nella pittura. E' morto a Clusone, in provincia di Bergamo, nel 1952.

DAL PRATO ALESSANDRO

2186
v
Ics
Nato nel 1909 a Roncoferrato e cresciuto a Mantova dove è avvenuta la sua formazione artistica. Scultore, incisore, pittore, è noto anche per aver ideato e realizzato a Guidizzolo, dove si è stabilito, un tipo originale di scuola d'arte, in seguito fatta propria dallo Stato. Come artista si è affermato giovanissimo, nel 1929, partecipando poi a numerose mostre. Recentemente si è dedicato anche alla medaglistica. Lo Stato gli ha conferito il più alto riconoscimento riservato ai "Benemeriti della Scuola". Fa parte, per la classe di lettere ed arti, dell'Accademia Nazionale Virgiliana.

DAL ZOTTO ANTONIO

1769
Ics
Ics
Nacque a Venezia il 7 maggio 1841. Fu allievo per molti anni dell'Accademia di Belle Arti di Venezia dove più tardi, nel 1879, gli fu affidata la Cattedra di Scultura. Valente scultore e ritrattista, è l'autore dei monumenti a Petrarca, a S. Antonio, a Goldoni. Da ricordare in particolare la medaglia che rappresenta la statua di Tiziano Vecellio a Pieve di Cadore, da lui eseguita. Al rovescio oltre la dedica risulta la scritta :"Disegnò G. Ghedina, modellò A. Dal Zotto, fusero i fratelli De Poli". Morì a Venezia nel 1918.

DALL'ACQUA G.

1093
Ics
v
La scritta Dall'Acqua G. ideò, E. F. (Farè) incise, figura su una medaglia dedicata, a Umberto I è Margherita di Savoia dalla citta di Pavia, nella ricorrenza del 50° anniversario dello Statuto; sul rovescio è ricordata l'entrata di Carlo Alberto e delle sue truppe in Pavia il 29 marzo 1848.

DALL'OCA GIOVANNI

1725
Ics
Ics
Orafo, citato dal Forrer, attivo all'inizio del XVI secolo, che risulta abbia lavorato alla Zecca di Reggio Emilia intorno al 1514.

DALLE FORBICI ANTONIO

1641
Ics
Ics
Incisore attivo alla Zecca di Venezia a cavallo tra la fine del XIV e l'inizio del XV secolo. Di lui è fatta menzione in un decreto del 1391.

DAMERINI CARLO

1653
Ics
Ics
Artista attivo in ambito toscano. Come medaglista ha lavorato principalmente per la Picchiani e Barlacchi, di Firenze. E' stato presente in mostre di settore. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private.

DANELLI GIUSEPPE

1774
v
Ics
Nato a Milano nel 1938. Ha frequentato la Scuola serale di Brera e successivamente la Scuola d'Arte del Castello Sforzesco sotto la guida dello scultore E. Monti. Ha accompagnato lo studio con un'intensa attività  lavorativa. Incisore, scultore, cesellatore, ha realizzato una vasta serie di opere nel campo della medaglia e del piccolo bronzo. E' stato presente in molte esposizioni di settore. Vive e lavora in provincia di Milano.

DANIELLI BASSANO

1977
Ics
Ics
Scultore nato a Crema nel 1854. Studiò a Milano all'Accademia di Belle Arti di Brera. Espose con successo a Milano, Torino, Venezia, Roma e Parigi. E' anche l'autore di diverse medaglie tra cui quella che ricorda il restauro del Cenacolo di Leonardo da Vinci, nel convento di S. Maria delle Grazie a Milano, per opera di L. Cavenaghi (1908). Morì a Milano nel febbraio del 1923.

DANTI VINCENZO

1719
Ics
Ics
Nato a Perugia il 22 aprile 1530, fu scultore,orafo, e architetto. La sua attività  di medaglista sembra limitata ad un'unica medaglia eseguita nel 1557 per Leone Baglioni, sulla quale si trovano le sue iniziali V.D. Fu educato giovanissimo all'arte orafa, ma ebbe anche una cultura letteraria. Compì il suo primo lavoro come scultore insieme al padre realizzando la statua di papa Giulio III, che doveva essere collocata su un lato del duomo di Perugia. Nell'agosto 1557 si trasferì a Firenze alle dipendenze di Cosimo I de'Medici. Qui lavorò come scultore in bronzo e marmo e fu anche nominato dal 1564 al 1570 console dell'Accademia Fiorentina del Disegno. Tornò definitivamente a Perugia nel 1573 ed ebbe la carica di architetto pubblico della città . Morì il 26 maggio 1576.

DAVILLI ULISSE

1880
Ics
Ics
La sua firma si trova su medaglie del pontificato di Leone XII e Pio VIII. Sembra sia stato allievo della Scuola di incisione di medaglie e cammei, istituita in Roma da Pio VII, nell'Ospizio Apostolico di S. Michele.

DAZZI ARTURO

3443
Ics
v
Nato a Carrara nel gennaio del 1881. Compie i suoi studi all'accademia di Carrara, allievo di L. Gangeri, e lavora come sbozzatore del marmo per mantenersi. Nel 1904 vince al Pensionato Artistico Nazionale e si può trasferire a Roma dove completa la sua formazione artistica. Lavora intensamente e fra le opere di questi periodi è da ricordare la statua del Cardinale De Luca. Sue opere sono presenti nel 1912 alla Biennale di Venezia e dal 1914 al 1917 alle mostre della Secessione Romana. Dopo la guerra tra il 1923 e il 1924 si dedica prevalentemente all'esecuzione di monumenti ai Caduti. Nel 1925 si stabilisce a Forte dei Marmi dove più tardi inizierà a modellare la stele Marconiana, opera che completerà soltanto nel 1959. Durante gli anni trenta esordisce anche nella pittura. Accademico d'Italia, realizza moltissime opere anche di soggetto sacro. La sua firma figura su alcune medaglie. È morto a Pisa nel 1966.

DE ALBERTIS EDOARDO

1824
Ics
Ics
Scultore e medaglista genovese nato nel 1874. Anche pittore, xilografo e illustratore. Studiò dal 1888 all'Accademia Ligustica di Genova. Autore di statue, monumenti pubblici e funerari, piccoli bronzi e sculture decorative. Nel 1908 fu nominato professore di modellazione e direttore della Regia Scuola dell'Arte della Medaglia presso la Zecca di Roma. La stessa era stata istituita con legge dell'anno 1907 per "addestrare i giovani artisti nella modellazione, nella composizione e nell'incisione delle monete, delle medaglie, delle placchette e dei sigilli". La sua produzione di medaglie e placchette è di notevole livello. E' morto nel luglio del 1950.

DE ANGELIS GIULIO

1791
Ics
Ics
E' nato a Palestrina, in provincia di Roma. Si è poi trasferito nella capitale, dove ha svolto la propria attività  artistica, che spazia dalla pittura alla grafica, dalla ceramica alla scultura. Oltre ad opere a tutto tondo, altorilievi, bassorilievi, ha eseguito medaglie; tra queste quella per il 4° centenario per la morte di G.P. Palestrina (1994) e quella per il Tribunale di sorveglianza di Roma (2001).

DE ANGELIS LUIGI

1721
Ics
Ics
Incisore del XIX secolo che ha, tra l'altro, firmato medaglie per la Confraternita delle Figlie dì Maria, insieme con B. Zaccagnini (1866) e una per il Giubileo episcopale di Leone XIII nel 1893. Quest'ultima medaglia porta al dritto l'immagine della facciata della Chiesa di S. Gioachino, edificata in Roma per esaudire il desiderio espresso dallo stesso Pontefice, ed alle cui esecuzione contribuirono con sovvenzioni ben 27 Paesi di tutto il mondo.

DE BUZZACARINI AUGUSTA

1750
Ics
Ics
Ha studiato privatamente approfondendo le proprie conoscenze in campo artistico e letterario. Lavora dal 1950 nel suo studio a Padova. Ha partecipato a numerose esposizioni, in particolare alla Biennale del Bronzetto di Padova, ed ha ricevuto significativi riconoscimenti. Sue opere sono in collezioni private e pubbliche. Alla Triennale della Medaglia d'Arte di Udine ha esposto medaglie fuse

DE CANTIS BATTISTA

1690
Ics
Ics
Incisore della prima metà  del XVI secolo che lavorò alle Zecche di Casale Monferrato e di Vercelli negli anni tra il 1530 e il 1540.

DE CAPITANEIS POMPEO

1704
Ics
Ics
Incisore che lavorò alla Zecca di Roma al tempo di Papa Clemente VII. Più volte in contrasto con Benvenuto Cellini, fu da lui ucciso nel 1534 il giorno dei funerali del Pontefice. A quel tempo era presente alla Zecca papale anche il fratello Ludovico.

DE CAROLIS ADOLFO

1855
Ics
Ics
Nato a Montefiore dell'Aso (Ascoli Piceno) nel 1874. Compiuti gli studi, diventò collega di insegnamento di Giovanni Fattori all'Accademia di Firenze. Pittore, autore di affreschi e xilografie decorative, è noto in particolare come illustratore delle opere di Gabriele D'Annunzio. Il suo nome figura anche su alcune medaglie, tra cui quella commemorativa dell'impresa di Fiume (1919) e quella ricordo del sesto Centenario Dantesco (1921). E' morto nel 1928. Sue opere sono conservate in collezioni pubbliche e private.

DE CEULI GIROLAMO

1671
Ics
Ics
Incisore alla Zecca Papale intorno al 1550. Viene citato anche come appaltatore della stessa dal 1566 al 1573.

DE CICCO MANUEL

2018
Ics
Ics
Allievo della Scuola dell'Arte della medaglia di Roma. Un suo modello è stato selezionato nel concorso per la medaglia calendario dell'I.P.Z.S. 2003, dedicata all'aria, elemento fondamentale dell'ecosistema. Con lui sono stati segnalati Claudio Amore, Mauro Michienzi e Maurizio Sacchetti.

DE FEO LUIGI

1728
Ics
Ics
Pugliese d'origine, si dedicò in un primo tempo alla pittura, poi alla scultura e alla medaglistica. Presente in importanti esposizioni, tra cui il Salone di Parigi nel 1907 e la Biennale di Venezia nel 1909. Abile ritrattista, raffigurò molti personaggi dell'aristocrazia italiana dell'epoca. Sue opere si trovano in collezioni private e pubbliche in Italia e all'estero.

DE FILIPPI ANTONIO MARIA

1737
Ics
Ics
Fonditore attivo nel Settecento a Genova. Citato in uno studio di V. Rocchiero, insieme con Francesco Maria Merlo, Leopoldo M. Mayer e all'orafo Pizzarello, in riferimento a medaglie esistenti presso l'Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova.

DE FONTAINE MICHELE

1745
Ics
Ics
Nativo di Rouanne (Francia), già  scultore e fonditore di bronzi al servizio dei Savoia, ottenne la patente di incisore alla Zecca dì Torino nel 1663. Nel 1667 divenne incisore generale e direttore di tutte le Zecche di terraferma. Dopo di lui ricoprirono l'incarico Federico Vidman (1699-1721) e C. Rosset (1730-1732).

DE GINELLI A.

1654
Ics
Ics
Incisore e medaglista alla Zecca di Napoli sotto Carlo III e Ferdinando IV di Borbone. Le sue medaglie riguardano eventi storici del periodo 1730-1768.

DE GIORGI CRISTINA

1796
Ics
Ics
E' nata a Roma nel giugno del 1964. Ha frequentato la Scuola dell'Arte della Medaglia dal 1987 al 1990. Nel suddetto periodo ha collaborato nel gruppo di lavoro che ha riprodotto, in scala ridotta, la Colonna Antonina, ed in seguito ha realizzato in bronzo, la copia della statua equestre dell'Imperatore Marco Aurelio. E' stata presente in mostre di settore con medaglie sia fuse che coniate.

DE GIOVANNI GIUSEPPE

1815
Ics
v
Incisore attivo in Liguria nel XIX secolo. La sua firma tra l'altro figura, insieme a quella di Giuseppe Collareta, incisore del diritto, sulla medaglia che il comune di Genova offrì al Re Vittorio Emanuele II nel 1866 per aver donato alla città le raccolte del principe Odone di Savoia, duca di Monferrato.

DE GRAZIA GIULIO

1785
Ics
Ics
G. Finaldi, lo cita nei suoi studi sulla rivista "The Medal", come autore attivo a Napoli dopo il 1610 e, tra l'altro, medaglista dei Vicerà© Spagnoli. Gli vengono attribuite sette medaglie, firmate in forma abbreviata, che si presta ad interpretazioni discordanti riguardo il nome del loro autore, che potrabbe essere anche inteso come Giulio della Greca.

DE GREGORI ROBERTO

1787
Ics
Ics
Nato nel marzo del 1953. Incisore ed orefice. Ha studiato alla Scuola di Arti Ornamentali e alla Scuola dell'Arte della Medaglia di Roma, Ha partecipato a esposizioni in Italia e all'estero. Vive e lavora a Roma.

DE GREGORIO

1742
Ics
Ics
Incisore citato dal Bartolotti nel volume "Medaglie e Decorazioni di Pio IX 1846-1878" come autore di una medaglia nell'anno 1877 che ricorda l'incoronazione dell'immagine della Madonna di Itri.

DE LA MUSICA DOMENICO

1688
Ics
Ics
Incisore citato dal Sambon. Lavorò prima sotto la direzione di Agostino de Augusto, poi gli subentrò nella direzione della Zecca napoletana, nel 1528. Morì nel 1539.

DE LISI BENEDETTO

1899
Ics
Ics
Nato a Palermo nel 1898. Discendente da una famiglia di scultori si è, a sua volta, affermato in campo artistico. La sua firma appare tra l'altro su una medaglia coniata dalla Zecca nel 1956. E' morto nel 1967.
iten

Medaglisti e Incisori