iten

Artista

GAMEC
SUCC. 2005:

GABRIELLI G.

1746
Ics
Ics
Incisore della seconda metà del XIX secolo, citato da Eduardo Ricciardi come esecutore di una medaglia commemorativa dell'assunzione al trono del Regno delle Due Sicilie di Francesco II (1859).

GACI RUTILIO

1826
Ics
Ics
Artista probabilmente nato in Toscana, vicino ad Arezzo. Egli svolse però in prevalenza la sua attività  alla corte di Madrid, dove fu scultore ed anche medaglista sotto i Re Filippo II, Filippo III e Filippo IV di Spagna. Morì all'incirca nel 1635.

GADDA CARLO

1845
Ics
Ics
Attivo nel XX secolo. La sua firma figura, tra l'altro, su una medaglia coniata nel 1961 per ricordare il cinquantenario della Società  Trafilerie e Laminatoi Metalli.

GAETANIELLO VINCENZO

2000
v
Ics
Nato nel 1935 a Pomigliano d'Arco, in provincia di Napoli. Ha frequentato l'Istituto Statale d'Arte di Napoli dove in seguito ha insegnato disegno e lavorazione della pietra. Ha poi tenuto la Cattedra di decorazione plastica all'Accademia di Roma, città  dove si è stabilito. Ha partecipato ad importanti esposizioni collettive quali la Biennale di Carrara, la Quadriennale di Roma, la Mostra del Bronzetto di Padova. E' stato presente anche in rassegne all'estero. La sua prima mostra personale risale al 1957. Sue opere figurano alla Galleria Comunale di Spoleto ed alla Galleria Comunale di Roma. E' anche medaglista.

GAGGINI ANNIBALE

1949
Ics
Ics
Medaglista palermitano che lavorò tra il 1583 e il 1607, nipote dello scultore Antonio Gaggini. L'Armand descrive e gli attribuisce tre medaglie.

GAGGINI GIUSEPPE

1814
Ics
Ics
Scultore argentiere, medaglista attivo a Palermo nel XVII secolo, proseguì con la sua opera i lavori del padre Annibale Nibilio. E' citato nel Dizionario degli Scultori di A.M.Bessone-Aurelj.

GAGLIARDI LETTERIO

1381
Ics
v
Autore citato nel volume “Medaglie d’Arte - Panorama di Artisti Contemporanei”, edito nel 2005 dalla Accademia Italiana di Studi Numismatici. Ha tra l’altro eseguito il modello della medaglia dedicata al Sindaco di Firenze Luciano Bausi della serie “Sindaci di Firenze dal secondo dopoguerra ai giorni nostri”, edita dal Circolo Numismatico Mediceo, come pure delle medaglie in onore di Lorenzo il Magnifico e Cristoforo Colombo nel 1992 e di A. Casanova nel 1993. Sue opere sono in musei e collezioni private.

GALASSI MICHELA

2389
Ics
Ics
Ha frequentato la Scuola d'Arte della Medaglia di Roma. La sua firma figura, tra l'altro su una medaglia che ricorda il Sacerdote Pietro Ricaldone, quarto successore di Don Bosco nella Congregazione Salesiana. Risiede a Roma.

GALASSO

1760
Ics
Ics
Attivo nel XX secolo. Tra l'altro, citato nel volume "Banche e Medaglie - Gli Anniversari", come autore della medaglia del primo centenario di fondazione della Banca Popolare di Latisana, coniata nel 1985.

GALDINI RAIMONDO

2130
v
Ics
Nato a Blevio in provincia di Como, l'8 marzo 1915. Ha frequentato la Scuola Umanitaria di Milano per l'incisione, e per il disegno e la modellazione, le scuole serali Castellini di Como; Brera e Castello Sforzesco di Milano. Si è poi specializzato come scultore medaglista collaborando con importanti ditte produttrici del settore e realizzando i modelli per medaglie di interesse nazionale e internazionale. Ha pure eseguito una consistente serie di modelli per editori numismatici (Intercoins, Euronummus, Numismatica Italiana, ed altri ancora). Suoi lavori sono in raccolte pubbliche e in collezioni private in Italia e all'estero. Vive e lavora a Como.

GALEA BASON NOEL

2105
Ics
Ics
Nato a Malta, artisticamente si è formato a Roma, alla Scuola dell'Arte della Medaglia, che ha frequentato sul finire degli anni settanta e dove ebbe come insegnanti F. Giannone e L. Cretara. Lasciata Roma a conclusione del ciclo di studi e ritornato a Malta, venne assunto stabilmente alla Zecca dell'isola, per la quale ha realizzato più di una trentina di modelli di monete. Dopo un certo periodo ha però lasciato la Zecca per divenirne solo collaboratore esterno. Ha così proseguito con maggiore autonomia la propria attività , eseguendo medaglie, placchette, e partecipando spesso anche a mostre di settore. Nel 1997 ha preparato, tra l'altro, modelli per la monetazione della Repubblica di S. Marino.

GALEAZZI GASPARE

1310
Ics
v
Nato a Lomello in provincia di Pavia nel 1800. Scultore, incisore, medaglista, lavorò presso la Zecca di Torino. Seguendo la moda dei tempi realizzò il “Medagliere dei Piemontesi illustri” serie metallica di personaggi celebri. Tra le molte coniazioni eseguite da evidenziare in special modo quella per l'inaugurazione del monumento ad Emanuele Filiberto di Savoia in Torino e alcune medaglie con il ritratto di Re Carlo Alberto. Morì a Casale Monferrato nel 1883.

GALEAZZI GIUSEPPE

1915
Ics
Ics
Mancano notizie biografiche su questo incisore e medaglista che lavorò presso la Zecca di Torino nella prima metà  del secolo XIX. Da segnalare che, tra i pezzi da lui eseguiti, figurano la medaglia per l'inaugurazione del monumento ad Emanuele Filiberto di Savoia in Torino e alcune medaglie con il ritratto di Re Carlo Alberto.

GALEOTTI ANTONIO

1762
Ics
Ics
Secondo il Rizzini questo medaglista lavorò nell'ambito romano sul finire del '600. A lui viene attribuita una medaglia fusa con la sigla GAL. Nell'anno 1700 si trovava quale zecchiere e incisore a Gubbio. Con lui sembra lavorassero anche i due fratelli Giuseppe e Michelangelo.

GALEOTTI PAOLO EMILIO

1791
Ics
Ics
E' citato dal Cinagli come zecchiere e incisore di stampi a Gubbio, Lavorò per i Papi Innocenzo X, Alessandro VII, Clemente X, nella seconda metà  del XVII secolo.

GALEOTTI PIETRO PAOLO detto IL ROMANO

1787
Ics
Ics
Orafo e medaglista, nato a Roma. Incerta è la data della nascita. Andò da giovane a Firenze. Circa nel 1550 entrò al servizio di Cosimo I come incisore della Zecca; nel 1575 divenne incisore della Zecca Pontificia, Morì a Firenze il 19 settembre 1584. Il gruppo principale delle sue medaglie comprende quelle eseguite per Cosimo I, con i rovesci celebranti l'opera del granduca ed altre realizzate, su commissione, con i ritratti di personaggi milanesi, genovesi e torinesi. Non rimane di lui nessuna medaglia papale.

GALINA PIETRO

2066
Ics
Ics
Nato nel 1919. Ha studiato alla Scuola d'Arte Candoni di Tolmezzo e alla Scuola di Disegno di Buia, in provincia di Udine . E' autore di diversi monumenti e altorilievi, realizzati in Italia e all'estero. Ha esposto a Venezia, Arezzo, Milano, Roma, Parigi, Praga, Le Locle, Berna, Zurigo, Ottawa. Sue opere figurano in Musei e collezioni private. Molto attivo anche come medaglista, è stato presente in numerose mostre del settore, in particolare a tutte le edizioni della Triennale della Medaglia di Udine.

GALIZZI NINO

1825
Ics
Ics
Nato a Bergamo nel 1891. Ha compiuto i primi studi alla Scuola d''Arte e all'Accademia Carrara di Bergamo. Passò poi a Roma e a Firenze, quindi una lunga parentesi di vita militare. Nel dopoguerra riprese gli studi e il lavoro alternando i suoi soggiorni tra Bergamo, Roma, Milano e Parigi. Autore di grandi e piccole sculture, ha composto anche medaglie e placchette. E' mancato nel 1975.

GALLETTI GUIDO

1725
Ics
Ics
Nato nel marzo del 1893. Ha frequentato i corsi dell'Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. Dal 1927 al 1937 ha insegnato scultura al Liceo Artistico "N. Barabino" di Genova e successivamente, fino al 1946, all'Accademia Ligustica. E' stato presente alla più importanti mostre nazionali e internazionali. Sue opere sono conservate nelle gallerie e musei di Genova, Savona, Roma, Milano, Assisi. Torino. Tra i numerosi monumenti da ricordare il "Cristo degli Abissi" immerso nella baia di S. Fruttuoso. Ha firmato anche alcune medaglie. E' morto a Genova, nel 1977.

GALLI BARTOLOMEO

1073
Ics
v
Citato come incisore alla Zecca di Bologna nel 1696. Prima di lui aveva lavorato per poco tempo il più rinomato incisore Fernando di Saint Urbain; e subito dopo Tommaso Bajard.

GALLI ETTORE

1837
Ics
Ics
Nacque a Verano Melegari (Piacenza). Dimostrò fin da giovane spiccate attitudini all'arte. Un suo lavoro d'incisione suscitò grande interesse e pertanto fu inviato, perchà© ricevesse un'istruzione conveniente a Milano presso lo studio del celebre incisore Luigi Manfredini dove, in circa due anni, perfezionò la sua preparazione di incisore e di artista. In seguito fu nominato "custode" della Zecca di Parma ed eseguì molti stampi per medaglie della Duchessa Maria Luigia. Nel 1841 si recò a Monaco di Baviera, per perfezionarsi presso il medaglista K. F. Voigt, ma appena arrivato si ammalò e morì.

GALLI FEDERICA

1735
Ics
Ics
Nata a Soresina (Cremona) nel 1932. Si è poi trasferita a Milano. Ha frequentato il Liceo Artistico e l'Accademia di Brera. Nel 1958 la sua prima mostra; da allora ha tenuto molte personali in Italia e all'estero. Pittrice, occasionalmente si è dedicata a incisioni di piccoli rilievi su metallo.

GALLI LAURA

1844
Ics
Ics
Nata a Roma l'8 luglio 1967. Dopo la Maturità  Artistica e il diploma all'Accademia di Belle Arti di Roma ha frequentato la Scuola dell'Arte della Medaglia dal 1985 al 1988. Ha realizzato alcune medaglie per la Zecca italiana.

GALLI LUIGI

1098
Ics
v
Citato nel saggio di Serafina Pennestri come autore del disegno della medaglia coniata nel 1858 per l'Opera Nazionale Assistenza Orfani dei Militari dell'Arma dei Carabinieri. Il conio in acciaio fu realizzato da E. Tacconet.

GALLIANI MICHELANGELO

1846
Ics
Ics
Nato nel 1975 a Montecchio Emilia (Reggio Emilia) dove vive e lavora. E' uno dei più giovani scultori italiani, che ha iniziato a presentarsi al pubblico con mostre personali e collettive, rispettivamente nel 1996 e 1998. Tra l'altro nel 2000 ha preparato i modelli per la medaglia commemorativa del XXIII Anno di pontificato di Giovanni Paolo II, in concomitanza con la celebrazione dell'Anno Giubilare.

GALLIANI OMAR

1841
Ics
Ics
Nato a Montecchio Emilia in provincia di Reggio Emilia nel 1954, dove vive e lavora. Pittore dotato di sicura perizia tecnica e di grande inventiva, ha esposto a partire dal 1977 in numerose mostre personali e collettive, sia in Italia che all'estero. Da segnalare nel 2000 l'esecuzione del disegno preparatorio della medaglia dedicata a Gesù Cristo, facente parte della serie commemorativa dell'Anno Santo.

GALLIUSSI PIETRO

1828
Ics
Ics
Nato il 17 maggio 1930 a Terenzano in provincia di Udine, dove vive e lavora. Ha iniziato l'attività  artistica nel 1966. Tra l'altro era presente alla Triennale della Medaglia d'Arte di Udine negli anni 1984 e 1999, con medaglie fuse.

GALLO GASPARE

2002
Ics
Ics
Orefice fiorentino, fu impiegato alla Zecca Pontificia, nel primo quarto del XVI secolo e fu sostituito da Pompeo de Capitaneis, l'orefice poi ucciso dal Cellini.

GALLO OSCAR

1880
v
Ics
Nato a Venezia il 20 luglio 1909. Nel 1918 si trasferisce con la famiglia a Prato, dove inizia gli studi alle Scuole Tecniche. Frequenta poi il Liceo Artistico. Dopo soggiorni in Svizzera e in Germania nel 1941 è a Bologna dove insegna al Liceo Artistico. Successivamente è a Firenze dove diviene titolare della cattedra di scultura all'Accademia di Belle Arti fiorentina. Nel corso della sua attività  artistica ha conseguito significativi riconoscimenti; sue opere sono presso Musei e Gallerie italiane. Ha, tra l'altro, realizzato i modelli per la medaglia dell'anno XVI di pontificato di Papa Paolo VI.

GALLOZZI ENRICO

1870
Ics
Ics
Nato nel 1934. Una sua medaglia dedicata a Papa Giovanni XXIII è stata presentata all'Esposizione Internazionale della Medaglia Religiosa Contemporanea, che si è svolta a Roma nel 1963.

GALOPPI BRUNO

1851
Ics
Ics
Nato ad Arezzo nel 1921. Direttore artistico della Una-A-Erre di Arezzo, ha coordinato anche il Centro di Studi Superiori di Oreficeria. Sue opere compaiono in musei e raccolte private, non solo in Italia. Ha partecipato a numerose esposizioni nazionali e internazionali di settore. Da ricordare, in particolare, la medaglia eseguita nel 1975, per il Comitato Aretino per le onoranze a Michelangelo. E' morto nel 1981.

GALUPPO RICCARDO

1886
Ics
Ics
Nato a Padova nel 1932. Si è dedicato principalmente alla pittura ed alla grafica: la sua firma appare anche su medaglie. Ha partecipato alle maggiori mostre nazionali, conseguendo segnalazioni significative. Le sue opere sono in collezioni pubbliche e private non solo in Italia. Vive e lavora a Padova.

GAMBA ANTONIO

1834
Ics
Ics
Nato a Bergamo nel febbraio del 1926. Appassionato d'arte, autodidatta, svolge dapprima attività  pittorica per suo diletto. Frequenta poi i corsi serali di disegno presso l'Accademia Carrara e nel 1972 tiene la sua prima personale. Sempre presente a manifestazioni artistiche e culturali; ha preparato anche modelli per medaglie.

GAMBA UMBERTO

1998
v
Ics
E' nato nel 1955 a Gorno (Bergamo). Ha conseguito il diploma di maturità  classica e frequentato corsi di teologia. Ha inoltre conseguito il diploma di maturità  artistica e ha seguito alcuni corsi all'Accademia Carrara di Bergamo. Si dedica all'attività  pittorica dal 1977, presentando numerose personali e partecipando a molte collettive e concorsi in Italia e all'estero. Ha ideato e perfezionato la tecnica della china su ottone che gli consente di affrontare interessanti accostamenti tra elementi vari quali i metalli, il legno, il cristallo. Si è cimentato nel campo della medaglistica su commissione di enti e privati. Vive e lavora a Gorno.

GAMBELLO ANTONIO

1815
Ics
Ics
Padre del noto medaglista Vettore Gambello, conosciuto anche come Antonio di Marco Gambello. Lavorò a Venezia intorno al 1460 come architetto e scultore per i lavori alla Chiesa di S. Zaccaria. Sua la medaglia per il Doge Francesco Foscari. Morì tra il 1479 e il 1481.

GAMBELLO VETTORE detto "CAMELIO"

1822
Ics
Ics
Scultore, medaglista, gioielliere e incisore di conii, nacque probabilmente pochi anni dopo il 1450. Il 28 settembre 1484 era nominato "maestro delle stampe" ossia incisore capo della Zecca veneziana. Lasciata Venezia nel 1510, pochi anni dopo si trovava a Roma dove il 24 giugno 1513 fu nominato incisore della Zecca insieme a Pier Maria Serbaldi da Pescia, detto il Tagliacarne. Alla fine del 1516 tornò a Venezia dove rimase fino al 1537, anno in cui morì. Fu tra i primi ad usare la coniazione per le medaglie contribuendo a diffondere questo nuovo procedimento tecnico, impiegato nello stesso periodo anche dal Caradosso e dall'Enzola.

GANDINI MARZIA

1743
Ics
Ics
Ha frequentato la Scuola d'Arte della Medaglia a Roma. E' stata presente in esposizioni medaglistiche ed ha realizzato, tra l'altro, modelli per la FAO di Roma.

GANDOLFI PAOLA

1736
Ics
Ics
Nata a Roma dove vive e lavora. Ha frequentato il Liceo Artistico a Roma e l'Accademia di Belle Arti a Bologna. Si è dedicata soprattutto alla pittura ed anche alla ceramica. E' stata presente in esposizioni importanti sia in Italia che all'estero. La sua tematica preferita è l'universo femminile, ed in occasione della Giornata Mondiale della Donna, che si è svolta nell'ambito dell'Anno Santo del 2000, ha preparato i bozzetti esecutivi della relativa medaglia celebrativa.

GAROFALO GIUSEPPE

1815
Ics
Ics
Incisore citato da R.M. Majorca Mortillaro come esecutore degli stampi della medaglia che ricorda l'inaugurazione del R. Albergo dei Poveri a Palermo nel 1772, su disegno di Melchiorre di Bella.

GAROFOLINI CARLO ANTONIO

1841
Ics
Ics
Incisore di stampi che il Forrer ricorda attivo alla Zecca dei Papi a Viterbo, intorno al 1800.

GAROFOLO ELEONORA

1009
Ics
v
E' stata allieva della Scuola dell'Arte della Medaglia di Roma. Ha partecipato a mostre di settore. Maestra orafa è inoltre citata da Cronaca Numismatica per aver creato una placchetta con il ritratto di Giacomo Puccini nel 2008 esposta a Lucca in occasione della mostra di medaglie con soggetto musicale della collezione D. Donati di Ravenna.

GASPARINETTI DANIELE

1698
Ics
Ics
Nato il 22 novembre 1966. Residente a Udine, ha esposto medaglie fuse alla sesta edizione della Triennale della Medaglia d'Arte di Udine, nel 1984.

GASPARINI TITO

1798
Ics
Ics
Nato a Motteggiana di Mantova nel 1911. Si laureò a Pavia in giurisprudenza e, durante gli studi, cominciò ad interessarsi alla scultura, incoraggiato dall'amico pittore P. Carena. Autore di bassorilievi, busti, ritratti, la sua firma figura anche su medaglie. E' morto nel 1987 a Pavia.

GASPERETTI VINCENZO

2277
v
Ics
Nato a Querceta (Lucca) nel 1912. Allievo di Arturo Dazzi, si è diplomato all'Accademia di Belle Arti di Carrara nel 1934. Si è poi trasferito a Milano nel 1939. Ha insegnato scultura alla Scuola superiore d'Arte del Castello Sforzesco e disegno in alcuni licei milanesi. E' stato presente nel campo dell'arte dal 1933, partecipando e riscuotendo premi e segnalazioni alla più importanti esposizioni italiane ed estere. Sue opere si trovano in edifici privati e pubblici milanesi. Altre sculture si trovano nel Cimitero Monumentale e Cimitero Maggiore di Milano, al Cimitero del Verano di Roma, Santuario di Saronno, al Monumento Ossario di S. Anna di Stazzema (Lucca). Ha eseguito numerosi ritratti e medaglie commemorative di illustri personaggi.

GATTAFà™ ATTILIO

1846
Ics
Ics
Nato a Bergamo nel 1933. Ha conseguito il diploma all'Accademia Carrara di Bergamo, sotto la guida di Achille Funi e di Trento Longaretti, e all'istituto "A. Venturi" di Modena. E' pittore, incisore, scultore; ha tenuto mostre personali più volte a Bergamo, Venezia, Milano, Crema, Alcamo, Padova Barzio, Palermo, Sciacca, Arco di Trento, Monza. Ha partecipato a numerose mostre collettive e su invito. Ha eseguito modelli per medaglie e placchette. Vive e lavora a Bergamo.

GATTI MARIO

1920
v
Ics
Nato a Brescia nel 1916. Fin da ragazzo manifestò interesse all'arte. Per l'apprendistato, fu accolto nella bottega di un artigiano locale, poi frequentò i corsi alla Scuola Moretti. Fu dapprima cesellatore, poi scultore. Ha realizzato opere per spazi pubblici, figure, ritratti, lavori d'arte sacra. E' stato, per brevi soggiorni, a Parigi nel 1949 e a Roma nel 1960. Ha esposto in qualificate rassegne d'arte dal 1968 al 1981. Ha modellato anche diverse medaglie e placchette. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private.

GATTO SAVERIO

1769
Ics
Ics
Nato a Reggio Calabria nel 1877. Figlio di un piccolo armatore, viaggiò per mare fino all'età  di vent'anni. Dal 1898 al 1902 seguì i corsi all'Accademia di Napoli sotto la guida di Achille d'Orsi e di Michele Cammarano. Scultore di primo piano nella vita artistica del Mezzogiorno, ha tenuto parecchie mostre personali ed ha partecipato più volte alla Biennale di Venezia, alle Esposizioni Sindacali Campane, ed a significative rassegne nazionali. All'estero ha esposto un po' dovunque, da Parigi a Monaco, da Barcellona ad Amsterdam a Bruxelles. Ha anche eseguito modelli per medaglie. E' morto a Napoli nel 1959.

GAVAZZI GIUSEPPE

1059
Ics
v
E’ nato nel 1936, da genitori toscani, a Marcoussis in Francia. Si è poi diplomato a Pistoia alla Scuola d’Arte Petrocchi. Specializzatosi nella pittura murale, ha iniziato l’attività di restauratore, diventando uno dei massimi esperti italiani. Parallelamente ha esercitato la pittura ed anche la scultura a cui si è dedicato con continuità dal finire degli anni cinquanta. Il legno, il marmo, il bronzo e la terracotta in particolare sono i materiali che predilige. Tra l’altro una sua medaglia dedicata a “Città Sport - Firenze ’90” è conservata al museo del Bargello.

GAZZANIGA SILVIO

1954
v
Ics
Nato a Milano nel 1921. Ha studiato alla Scuola Superiore d'Arte di Milano. Si è dedicato in seguito principalmente alla medaglistica, collaborando con la ditta Bertoni di Milano e realizzando nel corso degli anni veramente un ragguardevole e significativo numero di modelli. Predilige in particolare la tematica sportiva e religiosa. Ha tra l'altro modellato i trofei FIFA World Cup e la Coppa UEFA. Numerosi i suoi lavori per Stati Africani e del Medio Oriente. Sue opere sono in collezioni pubbliche e private in Italia e all'estero. Vive e lavora a Milano.

GELLI M.

1781
Ics
Ics
Scultore attivo in ambito toscano nel XX secolo. In particolare ha eseguito modelli per medaglie coniate dallo stabilimento Picchiani e Barlacchi di Firenze. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private.
iten

Medaglisti e Incisori