iten

Artista

GAMEC
SUCC. 2005:

PLURA CARLO GIUSEPPE

1236
Ics
Ics
Nato a Lugano nel 1655, morì a Torino nel 1737. Fu attivo in Piemonte come intagliatore in legno e costruttore di macchine per feste e cerimonie. Si conoscono anche tre sue medaglie firmate.

POGGINI DOMENICO

1181
Ics
Ics
Scultore e medaglista; nato a Firenze nel 1520. Suo padre, Michele Poggini, era incisore di gemme. Nominato da Cosimo I, insieme al fratello, incisore alla Zecca di Firenze, rimase in questo ufficio fino al 1585, eseguendo anche opere di scultura. In quest'anno lasciò Firenze e si recò a Roma chiamato da Sisto V, con l'incarico di incisore della Zecca papale. Morì a Roma il 28 ottobre 1590. Si conoscono di lui medaglie per Cosimo I, Francesco I de' Medici e la sua famiglia e per Sisto V. Le sue medaglie sono coniate o fuse, queste ultime superiori per ispirazione a quelle coniate.

POGGINI GIANPAOLO

1266
Ics
Ics
Nato a Firenze il 28 marzo 1518, fratello di Domenico Poggini. Nel 1556 fu nominato insieme al fratello incisore alla Zecca di Firenze da Cosimo I de' Medici. L'anno dopo però venne chiamato a Bruxelles da Filippo II, con l'incarico di preparare i conii monetari dei Paesi Bassi. Rimase a Bruxelles fino al 1558, anno nel quale si trasferì a Madrid. Qui morì nel 1582. E noto come medaglista soprattutto per una serie di pezzi al nome di Filippo II e dei membri della sua famiglia.

POGLIAGHI LODOVICO

1269
Ics
Ics
Nacque a Milano nel 1857 e, dopo gli studi classici, frequentò l'Accademia di Belle Arti di Brera e iniziò subito con successo la carriera artistica. Scultore, pittore, illustratore, scenografo, da sottolineare almeno la sua attività  nella Fabbrica del Duomo di Milano, per la quale eseguì la porta bronzea principale e il Crocifisso e i candelabri dell'altare maggiore; e la realizzazione del gruppo raffigurante "La Concordia" per il monumento a Vittorio Emanuele II a Roma. Per quanto riguarda la medaglistica si possono suddividere i suoi lavori in due periodi distinti: dal 1886 al 1894 e dal 1895 al 1936. Le medaglie del primo periodo furono praticamente tradotte nei punzoni in acciaio dall'incisore Cappuccio, copiando i suoi modelli; mentre nel secondo periodo il passaggio dai modelli alla medaglia avvenne attraverso la riduzione pantografica e l'opera dell'incisore si limitò alla sola rifinitura. Tra la sua copiosa produzione ricordiamo la medaglia per il quarto centenario della scoperta dell'America (1892) e quella che celebrò i Patti Lateranensi (1929). E' stato anche, per molti anni, insegnante di decorazione ed ornato all'Accademia di Brera. Morì a Varese il 30 giugno 1950.

POGLIANI PAOLI ANTONIETTA

1293
Ics
Ics
Nata a Castel Alfero d'Asti nel 1886. Di ricca famiglia piemontese, studiò scultura a Parigi con E. Bourdelle, e a Roma con A. Dazzi. Autrice di opere religiose, busti, e soprattutto di ritratti, realizzati in varie materie: ceramica, marmo, bronzo, metalli preziosi. Presente in esposizioni diverse, ha partecipato anche ai Concorsi d'Arte Olimpici del 1924 con una medaglia in bronzo intitolata "La Corsa". Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private. E' morta a Roma nel 1956.

POGLIANI TARCISIO

1350
Ics
Ics
Scultore attivo a Milano negli ultimi decenni del secolo diciannovesimo e nei primi del XX secolo. Svolse la sua attività  prevalentemente nell'ambito dei monumenti funerari, eseguendo numerosi lavori sia a Milano che nelle località  vicine. La sua firma figura anche su medaglie.

POIDIMANI BIAGIO

1251
v
Ics
Nato a Rosolini (Siracusa) nel 1910. Ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Roma. Ha partecipato alla Quadriennale di Roma e alla Biennale di Venezia. Nel 1947, con una borsa di studio, ha soggiornato negli Stati Uniti. Ha vinto vari premi ed ha partecipato a numerose mostre in Italia e all'estero. Ha insegnato all'Accademia di Roma e al Liceo Artistico di Napoli. Occasionalmente ha eseguito modelli per medaglie. Sue opere sono presso collezioni pubbliche e private.

POJAGHI A.

1144
Ics
Ics
La firma di questo artista figura su una medaglia emessa per le solenni onoranze a Mayr e Donizetti, tenutesi a Bergamo nel settembre del 1875.

POLLAIOLO ANTONIO

1301
Ics
Ics
Antonio Benci detto il Pollaiolo, ben noto orafo, pittore e scultore fiorentino, nacque nel 1431 e morì nel 1498 a Roma. Fu uno dei più versatili e significativi maestri della seconda metà  del '400. A lui o alla sua scuola sono state attribuite alcune placchette di soggetto mitologico.

POLLEDRI

1174
Ics
Ics
Incisore, attivo alla Zecca di Stato nella prima metà  del 1900. Alla morte del capo incisore Filippo Speranza, avvenuta il 6 dicembre 1903, lo sostituì nell'incarico per circa due anni. La sua sigla compare su medaglie, insieme con quella di Tailetti e Viti.

POMEDELLI GIOVANNI MARIA

1245
Ics
Ics
Pittore e medaglista, nato a Villafranca Veronese; attivo nella prima metà  del XVI secolo. Anno probabile della sua morte: il 1537. Lavorò principalmente a Verona, ma anche a Mantova, Vicenza e Venezia. Gli viene attribuita, tra le numerose altre, una medaglia eseguita tra il 1516 e il 1519 che raffigura al diritto l'imperatore Massimiliano I e suo nipote Carlo, re di Castiglia, futuro imperatore Carlo V.

POMODORO ARNALDO

1252
v
Ics
Nato nel febbraio del 1926. Ha studiato all'Istituto d'Arte di Pesaro e all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Nei primi anni cinquanta si dedica a lavori di oreficeria artistica e crea i primi bassorilievi. Nel 1959 va, per la prima volta, negli Stati Uniti, con una borsa di studio. Nel 1963 è in Brasile, nel 1965 di nuovo negli Stati Uniti, dove tornerà  anche negli anni successivi, per corsi di insegnamento in diverse Università . Ha vinto importanti premi internazionali. Negli ultimi anni la sua scultura si è sviluppata maggiormente nella dimensione monumentale. Si è interessato anche di architettura ambientale. Le tecniche utilizzate sono quelle tradizionali: bronzo, acciaio, ottone e anche metalli preziosi, in particolare nei gioielli. Negli ultimi venticinque anni si è dedicato frequentemente alla medaglistica creando un significativo numero di esemplari per committenti pubblici e privati. Sue opere sono nei più importanti musei del mondo. Vive e lavora a Milano.

POMODORO GIà’

1273
v
Ics
Nato nel 1930 a Orciano di Pesaro. Autodidatta come scultore. Fra il 1952 e il 1953 incontra a Firenze il gruppo fiorentino degli astratti, ed espone i primi lavori: scritte e segni automatici. In seguito è presente alla Triennale di Milano nel 1954 e nel 1957, alla Biennale di Venezia nel 1956, alla World House Gallery di New York nel 1957. Nel 1959 espone a Parigi le prime "superfici in tensione" e si dedica quindi alla ricerca di una molteplicità  di aspetti formali della scultura che andrà  via via approfondendo nel corso degli anni. Anche orafo, si è dedicato spesso alla medaglistica con risultati di notevole livello. Ha tenuto mostre personali in tutta Europa e negli USA. Ha vinto molti premi. Suoi lavori sono conservati in collezioni pubbliche e private. E' morto a Milano nel 2003.

POMPONI CARLA

785
Ics
v
Vive e lavora a Roma. Presente alle Mostre della Medaglia e Placchetta d’Arte svoltesi a Roma nel 2004 e nel 2008, promosse dall’AIAM. Successivamente ha anche esposto modelli per medaglie e piccole sculture alla rassegna “Millenovecentosessantotto – 40 ° Anniversario” , svoltasi a Roma all’inizio del 2009, curata dall’Accademia P. Giampaoli per la Medaglia d’Arte.

PORCINAI SILVANO

1276
Ics
Ics
Nato nel 1950 è residente a Grassina (Firenze). Maestro d'arte, ha esposto e concorso in diverse manifestazioni, in particolare alla Triennale della Medaglia di Udine. Come medaglista ha collaborato spesso con aziende fiorentine. Sue opere figurano in collezioni private in Italia e all'estero.

PORRO GIOVANNI FRANCESCO

1134
Ics
Ics
Incisore attivo alla Zecca di Casale intorno al 1580. Forse era figlio di Nicolò che lavorò intorno al 1562.

PORRO LUIGI

1230
Ics
Ics
Incisore di Casale che risulta abbia lavorato alla Zecca di Desana a partire dal 1618, al tempo del Conte Antonio Maria Tizzoni.

PORTALE ANTONIO

1225
Ics
Ics
Nato a Randazzo, in provincia di Catania, nel 1956. Risiede a Catania, dove opera come assistente di plastica ornamentale presso l'Accademia di Belle Arti della città . Ha partecipato a numerose mostre collettive nazionali ed internazionali, tra cui la seconda Biennale della Medaglia d'Arte a Firenze nel 1985.

POSSENTI VINCENZO

1200
Ics
Ics
Orafo di Pisa, attivo nella seconda metà  del XVI secolo, che il Bolzenthal cita anche come autore di medaglie.

POZZI FLAVIO

1293
Ics
Ics
Nato a Fiorano al Serio (Bergamo) nel 1952. Figlio d'arte, in quanto suo padre era cesellatore di bronzi artistici, ha frequentato i corsi di scultura e di grafica presso l'Accademia Carrara di Bergamo. Segue all'inizio l'attività  paterna e dal 1982 si dedica del tutto a quella artistica, partecipando a mostre e concorsi dove ottiene significativi riconoscimenti. Ha realizzato anche diversi modelli per medaglie. Vive e lavora a Seriate, in provincia di Bergamo.

POZZO GIOVAN BATTISTA

1232
Ics
Ics
Scultore, incisore, nato nel bergamasco intorno al 1670. Trasferitosi, assai giovane, a Roma, ritrasse, tra l'altro, in medaglie, alcuni personaggi stranieri presenti nella Capitale. Gli è anche attribuita una serie di medaglie di "restituzione", riguardante i Sommi Pontefici, che inizia da S. Pietro e termina con Martino V. Sono, quindi, circa 212 i ritratti dei papi che la compongono, senza soluzione di continuità . La sua attività  di medaglista sembra cessare dopo il 1725. Morì a Roma nel 1752.

PREVITALI CARLO

1267
v
Ics
Nato a Bergamo nel 1947. Dopo il Liceo Artistico, ha frequentato a Milano l'Accademia di Belle Arti di Brera. Si è diplomato alla scuola di scultura e successivamente si è laureato in Architettura presso il Politecnico di Milano. Ha insegnato all'Istituto d'Arte Fantoni, al Liceo Artistico di Bergamo, all'Accademia Carrara di Bergamo, attualmente è titolare della cattedra di Discipline Plastiche presso il Liceo Artistico Statale di Lovere. Le sue prime mostre risalgono agli anni sessanta, a cui hanno fatto seguito partecipazioni a concorsi, mostre collettive e personali. Ha eseguito modelli per medaglie per il Circolo Numismatico Bergamasco. Vive e lavora a Grumello del Monte ( Bergamo).

PRIMAVERA JACOPO

1286
Ics
Ics
Medaglista della seconda metà  del XVI secolo, intorno al quale si hanno pochissime notizie. Di origine italiana, pare che fosse nato a Milano probabilmente nel 1544. La maggior parte delle sue medaglie, che sono tutte fuse e cesellate, furono eseguite tra il 1568 e il 1585 per personaggi della corte degli ultimi Valois. Fece anche medaglie per la Regina Elisabetta e per Maria Stuarda, Regina di Scozia, ma non sembra abbia soggiornato in Inghilterra, avendo vissuto, a quanto sembra, soprattutto in Francia e in Olanda. Morì intorno all'anno 1600.

PRINI GIOVANNI

1251
Ics
Ics
Nato a Genova nel 1877. Frequentò per due anni l'Accademia Ligustica e nel 1900 si trasferì a Roma, dove poi rimase per tutta la vita. Ha insegnato plastica decorativa alla Scuola Superiore d'Architettura ed al Liceo Artistico di Roma, ed è stato Professore Onorario all'Accademia di Belle Arti di Milano. Oltre a numerose statue, ha eseguito busti, altorilievi, monumenti funerari. Anche orafo e pittore, ha modellato, tra l'altro, la medaglia per le Madri dei Caduti della guerra 1915-1918. E' morto nel 1958.

PRIORI ERCOLE

1404
v
Ics
Nato a Cremona nell'ottobre del 1918. Ha studiato all'Istituto d'Arte della sua città , allievo dello scultore Denti. A Roma, successivamente, fu allievo di Alceo Dossena. Pittore e scultore, nel corso della sua attività  ha conseguito riconoscimenti ed ha esposto in molteplici manifestazioni d'arte. Ha realizzato occasionalmente anche modelli per medaglie.

PROCACCIOLI LORENZO

1388
Ics
Ics
Nato il 27 febbraio 1962 a Treviso. Ha studiato all'Istituto d'Arte di Udine. Ha poi frequentato i corsi di ceramica presso la Scuola d'Arte e Mestieri. Ha esposto, tra l'altro, alla quinta Triennale della Medaglia d'Arte di Udine e successivamente, a diverse altre esposizioni nazionali e internazionali di medaglie. Dal 1984 insegna cesello e sbalzo all'Istituto "Sello" di Udine, città  dove vive e lavora.

PROMETTI ENRICO

1354
Ics
v
Nato a Bergamo nel 1945. La sua carriera, cominciata nel 1965 dopo aver ultimato gli studi all'Accademia di Belle Arti della città natale, è arricchita da numerosissime mostre personali e collettive, alcune delle quali allestite anche all'estero. All'interesse per l'arte, ha sempre abbinato quello per i Paesi extraeuropei e le loro civiltà . Da qui i viaggi, dapprima in Africa poi in Asia e tra il 1996 e il 1998 il suo soggiorno a New York. Tra le sue esperienze artistiche vi sono anche modelli per medaglie, realizzati a partire dal 1999. E’ morto nel novembre 2008.

PROVAGLI BARTOLOMEO

1329
Ics
Ics
Architetto e incisore, figlio di Orazio Provagli; fu attivo nel XVII secolo. Lavorò per la Zecca di Bologna, circa dal 1653 al 1674, e preparò i conii per alcune monete di Alessandro VII e Clemente X. Morì nel 1674. Tra l'altro, ha lasciato un ritratto in medaglia dello zio Alessandro Menganti

PROVAGLI ORAZIO

1218
Ics
Ics
Genero di Alessandro Menganti, lo sostituì nella carica di incisore alla Zecca di Bologna intorno al 1590. Secondo quanto riferisce il Forrer, realizzò conii per monete di Urbano VIII e Innocenzo X. Sembra inoltre che eseguì anche un ritratto in metallo del Menganti.

PROVIDONI BERNARDO

865
Ics
v
E' indicato tra gli zecchieri della Zecca di Bologna nella seconda metà del XVII secolo. Michele Chimenti prospetta la possibilità che abbia anche provveduto all'incisione di alcuni stampi in acciaio.

PUGLISI NUNZIO

1260
Ics
Ics
Il Forrer segnala la presenza di questa firma su una medaglia che ricorda un'epidemia di colera a Santa Caterina in Sicilia, nel 1837.

PULVIRENTI SALVATORE

1319
Ics
Ics
Nato a Paternò, in provincia di Catania, nel 1948. Pittore, vive e lavora a Roma. Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private in Italia e all'estero. Tra l'altro nel 2000 ha predisposto i bozzetti per la medaglia dedicata alla Basilica di S. Francesco d'Assisi che faceva parte della serie coniata per commemorare lo svolgimento dell'Anno Santo.

PUTINATI FRANCESCO

1670
Ics
v
Nato a Verona intorno al 1775. Fu scultore e medaglista. Venuto a Milano, si dedicò quasi interamente alla incisione di stampi, come secondo incisore della Zecca di Milano, qualifica che mantenne fino alla morte. Nella notevole serie di medaglie da lui eseguite, sono rappresentati o ricordati, uomini illustri, artisti, scienziati, regnanti, alti prelati e santi, nonchè edifici religiosi, costruzioni ed opere pubbliche, avvenimenti significativi ed istituzioni di rilievo. E' morto a Milano nel 1848.

QUADRELLI EMILIO

1265
Ics
Ics
Scultore milanese nato nel 1863. Studiò inizialmente a Milano poi nel 1881 si trasferì a Torino. Prese parte ad esposizioni importanti a Milano, Roma, Venezia e Parigi. Tra l'altro è ricordata una medaglia, per Gabriele D'Annunzio, da lui modellata. Morì nel 1925.

QUADRONE GIOVANNI BATTISTA

1363
Ics
Ics
Noto pittore nato a Mondovì, in provincia di Cuneo, nel 1844. Studiò a Torino e a Parigi. Creatore di numerose scene di caccia, preparò, tra l'altro, i disegni per le medaglie per il Kennel Club Italiano, che furono trasferiti e incisi su acciaio da A. Cappuccio. E' morto a Torino nel 1898.

QUAGLINO AURELIO

1347
Ics
Ics
Nato a Torino il 23 febbraio 1910. Si è diplomato all'Accademia Albertina di Torino. E' stato presente in numerosi concorsi ed esposizioni tra cui i Premi San Remo nel 1938-39, la Triennale di Milano, la Mostra della Cultura e dell'Arte di Firenze, conseguendo significativi riconoscimenti. E' ricordato anche come autore di medaglie. Sue opere sono conservate in gallerie e collezioni private.

QUARTIERI ALESSIO

1326
Ics
Ics
Nato a Modena nel 1898, fu allievo di Carlo Baraldi e si dedicò prevalentemente alla scultura, ma anche alla pittura, specializzandosi nella lavorazione della scagliola, con la quale modellò statuette e medaglioni raffiguranti noti personaggi. Suoi modelli per medaglie sono citati da G. Boccolari. Morì a Modena nel 1980.

QUARTO NUNZIO

1309
v
Ics
Nato a Barletta in provincia di Bari, nel settembre del 1941. Autodidatta come scultore, ha saltuariamente frequentato corsi di studio all'Accademia di Belle Arti di Carrara, di Palermo e di Napoli. Nel 1972 si è trasferito a Milano intensificando la sua attività  di scultore, pittore e grafico. Buon ritrattista ha realizzato anche modelli per medaglie. Ha esposto in mostre personali e collettive. Vive e lavora a Milano.

QUATRINI FEDERICO

1452
Ics
Ics
Nato a Milano il 21 settembre 1916. Ha studiato all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Ceramista, scultore in pietra e in bronzo, le sue opere sono prevalentemente di carattere sacro. Ha tenuto numerose esposizioni, personali e collettive, sia in Italia che all'estero. Si è dedicato inoltre alla pittura e alla grafica ed ha realizzato saltuariamente modelli per medaglie. Suoi lavori sono in gallerie e collezioni private. E' morto a Milano nell'aprile del 1991.

QUERCIA CRISTOFORO

838
Ics
v
Citato nel volume di Michele Chimenti sugli incisori della Zecca di Bologna, come attivo nel periodo intorno alle metà del XVII secolo dopo la morte di Bartolomeo Provagli.
iten

Medaglisti e Incisori