iten

GIAMPAOLI PIETRO

1600
v
Ics
E' nato a Buia (Udine) nel 1898. Dopo le prime esperienze fatte nella bottega artigianale del padre a Buia e in officine locali, gli è offerta la possibilità  di recarsi a Milano e di iscriversi all'Accademia di Brera. In questo ambiente ha affinato le proprie capacità  espressive distinguendosi soprattutto nello sbalzo. Conclusi gli studi all'Accademia di Venezia, la svolta determinante è stata il successivo trasferimento a Roma, dove si è definitivamente stabilito, dedicandosi allo sbalzo e all'incisione. Ha creato, modellato e inciso soprattutto ritratti, per i quali è universalmente riconosciuta la sua abilità . Durante il lungo arco della sua attività , ha realizzato centinaia di medaglie per familiari, amici, personalità  di vari campi. Nel 1936 viene chiamato alla Zecca quale incisore capo. Da questo momento l'artista, per oltre venticinque anni, opererà  per la monetazione dello Stato italiano. Nel centinaio di monete ideate per lo Stato, il suo lavoro più famoso è il recto delle L. 500 d'argento, del 1958. Dal 1950 al 1965 realizza numerose opere commissionategli dallo Stato Vaticano, dalle monete alle medaglie. Inoltre incide numerose monete per la Turchia, Israele, Tunisia, Oman e per il Sovrano Militare Ordine di Malta. E' sua tra l'altro la monetazione della Repubblica di S. Marino del 1979. E' morto a Roma, ultracentenario, nel 1998.

Artista presente nella collezione di medaglie della GAMEC (galleria d'arte moderna e contemporanea) di Bergamo

iten

Medaglisti e Incisori