iten

MALDINI FRANCESCO

747
Ics
v
Incisore operante alla Zecca di Bologna nel 1860, citato nel saggio di Michele Chimenti. Essendo nel 1859 cessato il governo pontificio sulla Romagna, la sua attività era principalmente, se non esclusivamente, di carattere tecnico e riguardava l’adattamento dei punzoni provenienti da Roma (con l’effigie di Vittorio Emanuele II) ai macchinari bolognesi. Da ricordare comunque una sua prova sperimentale, che non entrò mai in circolazione, di una moneta metallica in argento e rame, eseguita nel 1860. La Zecca Bolognese venne definitivamente chiusa l’anno seguente.
iten

Medaglisti e Incisori