iten

SAMMARTINI MARTA

749
Ics
v
Nata a Belluno nel 1900 e morta a Pieve di Soligo (TV) nel 1954. In una casa dove le arti e le scienze erano coltivate da generazioni, il suo precoce talento venne prontamente assecondato. Durante gli studi ginnasiali a Venezia, dal 1915 frequentò la scuola privata dello scultore Annibale De Lotto, docente dell'Accademia di Belle Arti. I suoi primi lavori prendono ispirazione da scene di vita quotidiana. Gli eventi bellici, successivi alla rotta di Caporetto, che coinvolgono anche la famiglia, sono interpretati nella sua produzione scultorea in una prospettiva personale che unisce ricordo e patriottismo. Per le celebrazioni del quinto anniversario della battaglia decisiva della Sernaglia, ottobre 1918, l'artista crea la medaglia commemorativa con al diritto lo stemma comunale ed al rovescio un’immagine dell’epico combattimento. Al mondo della medaglia la scultrice rimarrà poi sempre a suo modo legata per tutto l'arco dell’attività. Significativa a tale riguardo la partecipazione alla XII Biennale di Venezia, dove espose nella medesima sala insieme a Giuseppe Romagnoli e successivamente ai Premi Sanremo nel 1938.
iten

Medaglisti e Incisori