iten

SANTI - FAMIGLIA

748
Ics
v
La famiglia Santi, di origine friulana, risulta essersi dedicata da tempo, per tradizione ereditaria, all'incisione di metalli. Il primo rappresentate della famiglia, citato in un saggio di Leonardo Mezzaroba, è Antonio Santi, figlio di Pietro e Giovanna Antivari nato a Udine il 26 novembre 1825, che esercitò quindi tale lavoro in Friuli. Fu il figlio Antonio a trasferire la propria attività a Venezia nel 1856, dove poi fu raggiunto dalla moglie Maria Arrigoni e dai figli. Antonio morì 1l 7 luglio 1874. Tra i suoi eredi, Alessandro, dopo alcuni anni, decise di continuare l'attività paterna di incisore, dimostrando un'abilità e intrapprendenza che gli consentirono di dar vita ad un prestigioso laboratorio a pochi passi da Piazza S. Marco. Il nome Santi compare così su medaglie che ricordano i principali avvenimenti veneziani di fine ottocento e primi del novecento. Morto il padre nel pieno dell'attività nell'ottobre 1914, il figlio Alessandro Junior, nato a Venezia nel 1894 gli subentrò nella conduzione del laboratorio che diresse fino al 1932. L'azienda venne allora continuata dalla famiglia Moschini, che tuttora la esercita con la denominazione di Succ. Santi. Nel tempo vi hanno lavorato Moschini Vittorio, poi il figlio Luigi ed ancora il nipote Cristiano che ne è l'attuale titolare.
iten

Medaglisti e Incisori